La storia

Le tappe del percorso di costituzione

  • 6 novembre 2009: Atto Costitutivo e Programma di Attività del Comitato Promotore della Costituenda Banca del Vomano (15 i soci promotori);
  • 15 marzo 2010: Modifica dell’Atto Costitutivo e del Programma di Attività del Comitato Promotore della Costituenda Banca del Vomano che prevede un’offerta pubblica di minimo € 4.000.000,00 e massimo € 6.000.000,00;
  • 16 giugno 2010: Consegna alla Consob del Prospetto Informativo relativo all’offerta pubblica di sottoscrizione di azioni ordinarie della costituenda Banca con tutti i relativi allegati;
  • 25 giugno 2010: Rilascio dell’autorizzazione da parte di Consob ad iniziare l’offerta pubblica di sottoscrizione di azioni ordinarie con relativo deposito del Prospetto Informativo a seguito del nulla osta comunicato in data 23 Giugno 2010;
  • 30 giugno 2011: Chiusura offerta pubblica di sottoscrizione di azioni ordinarie;
  • 5 agosto 2011: Inizio dei versamenti sul conto corrente indisponibile depositato in Unicredit intestato alla Costituenda Banca del Vomano;
  • 17 novembre 2011: Chiusura dei versamenti sul conto corrente che ammonta ad € 4.371.000,00 per 1596 soci;
  • 20 novembre 2011: Atto costitutivo della “Banca del Vomano – Banca di Credito Cooperativo” e nomina del Consiglio di Amministrazione, del Collegio Sindacale e del Collegio dei Probiviri;
  • 7 giugno 2012: Consegna presso “Federcasse” di tutta la documentazione necessaria all’ottenimento dell’autorizzazione all’attività bancaria;
  • 22 ottobre 2012: Consegna presso la filiale regionale della Banca d’Italia, unitamente agli esponenti di Federcasse, della documentazione necessaria all’ottenimento dell’autorizzazione all’attività bancaria;
  • 6 dicembre 2012: Missiva Banca d’Italia: Interruzione dei termini del procedimento a seguito delle nuove Disposizioni di Vigilanza per la costituzione delle Banche: “si invita la costituenda a sottoporre a nuova valutazione il progetto costitutivo nel suo complesso, soprattutto riguardo alla sostenibilità dell’iniziativa in termini di capitale iniziale e dotazione patrimoniale prospettica”;
  • 1 aprile 2013: Riapertura offerta pubblica di sottoscrizione di azioni ordinarie;
  • 31 agosto 2013: Chiusura offerta pubblica di sottoscrizione di azioni ordinarie che portano un innalzamento del Capitale Sociale ad € 5.180.800 e il numero dei soci a 1719;
  • 28 settembre 2013: Nuova consegna presso filiale regionale della Banca d’Italia della documentazione adeguata secondo le Nuove disposizioni di Vigilanza;
  • 6 febbraio 2014: Missiva Banca d’Italia con relativa sospensione dei termini del procedimento in cui si richiedono delle integrazioni di documenti;
  • 5 aprile 2014: Invio a Banca d’Italia di tutta la documentazione richiesta nella missiva del 6 Febbraio;
  • 30 aprile 2014: Autorizzazione da parte di Banca d’Italia all’esercizio dell’attività bancaria e alla prestazione di servizi di investimento;
  • 18 giugno 2014: Scioglimento del Comitato promotore con costo sostenuto dai promotori pari a € 145.000
  • 13 dicembre 2014: inaugurazione e presentazione alle istituzioni, ai soci e alla cittadinanza della Banca del Vomano;
  • 12 gennaio 2015: apertura al pubblico della filiale di Scerne di Pineto.
  • 25 aprile 2015: prima assemblea dei soci.
  • 31 dicembre 2015. Chiusura del primo bilancio d'esercio di piena attività bancaria.
  • 14 maggio 2016. Seconda assemblea dei soci.
  • 20 maggio 2017: La Banca del Vomano diventa Banca del Gran Sasso d'Italia. L'assemblea straordianaria approva il nuovo statuto, con un nuova denominazione sociale e una nuova sede territoriale nel comune di L'Aquila.
  • 19 marzo 2018: Apertura nuova sede di L'Aquila via N. Persichetti n.44.
  • 17 novembre 2018: Assemblea straordinaria per deliberare il nuovo statuto.
  • 18 novembre 2018: firma del patto di coesione con la Capogruppo Cassa Centrale Banca.